GUIDA AI MECCANISMI

SINCRO

Il meccanismo sincronizzato è una meccanica che permette al sedile e allo schienale di muoversi in contemporanea. Questo significa che la sedia segue il movimento del corpo in maniera naturale ed ergonomica, inoltre, è particolarmente indicato per un utilizzo professionale ed intensivo
Nel meccanismo sincro si trovano generalmente questo genere di regolazioni:
  • regolazione altezza sedile
  • blocco/sblocco dell'oscillazione
  • blocco dello schienale in diverse angolazioni
  • regolazione dell'intensità del movimento a seconda del peso dell'utente
Le prime tre regolazioni sono controllate da due leve indipendenti mentre l'intensità è regolata da un pomello posto al centro del meccanismo.

SINCRO AUTOPESANTE

Il meccanismo autopesante è una meccanica sincro che permette una regolazione automatica basata sul peso dell'utente.
Di seguito le regolazioni disponibili:
  • regolazione altezza sedile
  • blocco/sblocco dell'oscillazione
  • blocco dello schienale in diverse angolazioni
  • intensità dell'oscillazione dello schienale direttamente proporzionale al peso della persona seduta
Questo meccanismo è sicuramente più semplice ed intuitivo ma con una regolazione meno precisa rispetto ad una sincro standard.
Il meccanismo autopesante è indicato per uso professionale e prolungato.

A-SINCRO

Il meccanismo a-sincrono è una meccanica per sedie d'ufficio che permette la regolazione indipendente dello schienale e del sedile.
Questa caratteristica permette un'ottima posizione statica ma non consente di oscillare come nei meccanismi sincro standard.

L'a-sincro presenta le seguenti regolazioni:
  • regolazione sedile in altezza
  • regolazione inclinazione sedile
  • regolazione inclinazione schienale
  • schienale bloccabile in diverse inclinazioni
  • sistema integrato per la regolazione dell'altezza schienale
Le leve sul lato destro controllano l'altezza del sedile e l'inclinazione dello schienale, sul lato sinistro è presente la leva per la regolazione dell'inclinazione del sedile. L'altezza dello schienale è regolata da un meccanismo integrato a scatto.

BACK-SYSTEM

Il "Back-system" è un'evoluzione del contatto permanente.
E' stato progettato per regolare facilmente l'inlicanzione e l'altezza dello schienale. Diversamente dal sincro, l'angolazione del sedile e l'oscillazione non possono essere regolati.
Questa meccanica si presenta come un ottimo compromesso per una grande diversi usi.
Le regolazioni disponibili sono:
  • altezza del sedile
  • blocco/sblocco del meccanismo
  • regolazione inclinazione schienale
  • schienale bloccabile in diverse inclinazioni
  • sistema integrato per la regolazione dell'altezza schienale
Le leve controllano l'altezza del sedile e l'inclinazione dello schienale. L'altezza dello schienale è regolata da un meccanismo integrato a scatto.

OSCILLANTE AVANZATO

Il meccanismo oscillante avanzato o a "ginocchiera" ha un asse di rotazione sposato in avanti rispetto ad un oscillante tradizionale. Viene montato principalmente su poltrone con struttura unica e permette un comfort maggiore nella fase di oscillazione. L'angolo tra sedile e schienale non varia durante il movimento.
Questo genere di meccanismo presente le seguenti regolazioni:
  • regolazione altezza sedile
  • blocco/sblocco del meccanismo
  • regolazione dell'intensità del movimento a seconda del peso dell'utente
Il meccanismo oscillante viene solitamente installato su sedie di uso sporadico e non è consigliato per un utilizzo professionale prolungato.
La leve a destra controlla l'altezza della seduta, mentre quella a sinistra blocca/sblocca l'oscillazione. L'intensità del movimento è regolata da un pomello posto sulla pare anteriore del meccanismo.

OSCILLANTE

Questo meccanismo permette di oscillare l'intera seduta. Essendo installato su sedute con scocca unica, non c'è variazione dell'angolo tra sedile e schienale durante il movimento.
Nella meccanica oscillante sono presenti queste regolazioni:
  • regolazione altezza sedile
  • blocco/sblocco del meccanismo
  • regolazione dell'intensità del movimento a seconda del peso dell'utente
L'oscillante è normalmente installato su sedute di utilizzo saltuario o non continuo.
E' presente una sola leva per regolare l'altezza e il blocco/sblocco dell'oscillazione è ,inoltre, possibile regolare la tensione del movimento grazie ad un pomello posto sulla parte frontale.

CONTATTO PERMANENTE

Questo è un meccanismo base con una possibilità di regolazione limitata
Lo schienale è controllato da 3 pomelli: uno per l'altezza, un altro per l'inclinazione e l'ultimo per la profondità. Una leva posta sul lato sinistro regola l'latezza del sedile.
Le regolazioni disponibili con questo genere di meccanica sono:
  • regolazione altezza sedile
  • regolazione profondità schienale
  • regolazione inclinazione schienale
  • regolazione altezza sedile
Il CPMè solitamente consigliato per uso non professionale oppure un  poco intenso.

OSCILLANTE FRONTALE

L'oscillante frontale può essere inclinato per alcuni gradi in avanti, circa 3/5°, così che l'angolazione tra busto e gambe risulti più ampia di 90°.
Questa maggiore angolazione tra il busto e le gambe aiuta la circolazione sanguigna e previene numerosi disturbi legati alla sedentarietà come ad esempio "gambe pesanti" oppure rigidità muscolare.
Questo meccanismo risulta particolarmente indicato per quelle attività che non richiedono una postura tradizionale oppure il supporto della scrivania.
La regolazione avviene attraverso due leve, una per l'altezza del sedile e l'altra per l'inclinazione.